Martedì, 02 Giugno 2020 | Login

Padre Nostro

Padre Nostro…

-* Sì ?
- Che c’è ?
-* Mi hai chiamato !
- Ah no ! no, no. Non ti ho chiamato: prego… .
-* Ecco, lo hai fatto di nuovo…
- Ma Fatto cosa ?
-* Mi hai chiamato. Hai detto . Eccomi. A che pensi ?
- Oh, a niente, penso …non penso proprio a niente. Prego. Non faccio niente di male, no ?
-* No, continua la preghiera.

-* Che vuoi dire con questo ?
- Ebbene , voglio dire che…, non lo so, io, quello che voglio dire… Fa solo parte della preghiera, ecco tutto.
-* Il Mio nome è diverso dagli altri nomi. Il Mio nome è : Io sono ! Questo non ti dice niente ?
- Si ! Non ci avevo mai veramente pensato prima….
-* Che fai tu perché il Mio regno venga ?
- Cosa faccio io ?… Ma proprio un bel niente… D’altra parte, mi sembra che non sarebbe così male se Tu venissi a dirigere ogni cosa quaggiù come fai lassù !
-* Ma dirigo davvero la tua vita.
- Beh… Vado in chiesa… a Natale, a Pasqua. Insomma, ci vado, via !
-* Sai, il Mio regno è già iniziato. Il Mio regno è in coloro che seguono le orme di Mio Figlio. Tu sei sicuro di seguirne l’esempio ?
- Ascolta, Signore, sono buono come tutta quella gente che va in chiesa la domenica mattina.
-* Come vuoi che si faccia la Mia volontà se quelli che la chiedono non iniziano a compierla loro stessi ?
- Oh, lo so che ho qualche problema. Non sono un santo.
-* Questo lo so anch’Io.
- Lo sai ? Allora sai anche che vorrei liberarmi di tutte quelle vecchie storie che mi impediscono di essere veramente libero !
-* Bene ! Ma andiamo avanti: lavoreremo insieme, tu e Io, e metteremo in pratica un vivo e non solo recitato.
- Eh no, stasera andiamo troppo lontano, e poi mi ci vuole troppo tempo… .
-* Ti fidi di Me per il pane ?
- Sì.
-* Pregare è un atto pericoloso. Potresti finire per ritrovarti diverso, sai. Ma non hai finito la tua preghiera. Continua…Su continua !
- Non posso.
-* Hai paura ?
- So quello che mi dirai.
-* Prova, allora, vedrai…

-* Pensi a tutti quelli che ti hanno fatto male !
- Ecco, lo sapevo che mi avresti parlato di loro. Ma, Signore, mi hanno fatto troppo male, capisci ? E io ho giurato di vendicarmi…
-* E la tua preghiera ?
- Quella è una questione di abitudine, tutto qui.
-* Sei sincero, almeno. Ma non è facile portarsi dentro l’odio, vero ?
- No, no, non è facile. Ma ti dirò: una volta che mi sarò vendicato, starò molto meglio.
-* Non starai meglio, invece. Sei già così triste…Io posso cambiare tutto questo.
- Tu… Tu, puoi ? E come ?
-* Perdona loro come Io, un giorno, ti ho perdonato.
- No, Signore, non posso perdonarli, veramente non posso…
-* Che dirai nella tua preghiera ?
- …Proverò a perdonarli. Tu potresti provare ad andare a parlare anche con loro. Non so se loro ti pregano tutti i giorni.
-* Non è questo che mi ferma. Finisci la tua preghiera.

-* E’ quello che farò. Ma tu, allontanati dal male. Impara a vivere nel mio amore.

-* Che la grazia e la pace ti accompagnino.

- Amen.

Il Nostro Sito Utilizza i Cookie. I nostri cookie di profilazione e quelli installati da terze parti ci aiutano a migliorare i nostri servizi online. Se ne accetti l'uso continua a navigare sul nostro sito. Se vuoi saperne di più Sui Cookies che utilizziamo e vuoi sapere come negarne il consenso a tutti o solo ad alcuni, leggi la nostra: Cookie Policy.

  Accetta I Cookies Da Questo Sito