Venerdì, 24 Settembre 2021 | Login
Appuntamenti della Comunità

Rilessioni sul Battesimo

1 - MA TU LA CONOSCI LA DATA DEL TUO BATTESIMO? E' ASSURDO NON COSCERE LA PROPRIA DATA DI NASCITA !...
Se i Genitori,collaborando con Dio, Ti hanno dato la vita naturale, facendoti figlio di Mammma e Papà,
Dio,col Battesimo, Ti ha dato la Vita Soprannaturale, facendoti figlio Suo , Figlio di Dio !

2 - FESTEGGI LA DATA DEL TUO BATTESIMO ? MOLTO POCO SE FESTEGGI SOLO IL COMPLEANNO DEL CORPO !!!....
FESTEGGI IL MENO E NON FESTEGGI IL PIU' !!!!!!!!........ PECCATO !!!!!!!!........


Mentre scrivevo ho sentito dei Genitori-genitori dire - borbottare : sì, ancora altre spese,ma per Padre Mattia non c'è la CRISI ?
Io sono stato Battezzato il 21 gennaio e FESTEGGIO la Grande-Importante Ricorrenza in modo Significativo e Senza Spese :
Accendo la CANDELA che mi fu data il giorno del Battesimo, accesa da mio Padre al Cero Pasquale-Luce di Cristo, per tutto
il giorno nella mia stanza . Entrando,al vederLa, mi viene naturale chiedermi : quella FIAMMA è ancora viva in me, la sto
alimentando con l'istruzione religiosa,con la preghiera,con i Sacramenti ecc...o si sta spegnendo ?...Scaturisce l'impegno !...


N.B. Le candele accese sono in Chiesa : la Tua Casa è diventata CHIESA DOMESTICA quel giorno e si respira aria Cristiana di Spiritualità in Famiglia .

3 - SE NON CONOSCI LA DATA : telefona SUBITO alla Parrocchia dove sei stato battezzato (non rimandare !...)

N.B. Alcuni di Voi, sapendo quanto mi è cara la data del Battesimo,più ancora di quella dell'Ordinazione Sacerdotale e del
Compleanno, per tali ricorrenze mi fanno come regalo, tanto gradito, la Celebrazione della S.Messa.
Esistono anche i REGALI SPIRITUALI , più importanti e di maggior valore dei Cioccolatini e altro...... Alziamo il Tono !...

Sempre aff.mo e grato-Padre Mattia-Trinitario

Quando? Dopo avere ricevuto il BATTESIMO da Giovanni il Battista

Dove? Nel fiume GIORDANO

Cosa si sente? Una voce (Dio Padre) che dice:- questo è il mio Figlio prediletto ASCOLTATELO

Cosa si vede? Il cielo che si apre ed una COLOMBA (lo S. Santo) che aleggiava sulle acque

Cosa fa Gesù dopo avere ricevuto il Battesimo? Si ritira nel deserto per pregare, per 40 giorni prima di iniziare la sua missione, e lì viene tentato da “Satana”

Gesù inizia la sua missione: Parla alle persone e indica loro la VIA del bene

Annuncia la VERITÀ sul regno di DIO

La VITA che lui stesso darà

Compirà i MIRACOLI

Spiegherà le PARABOLE

Accoglierà i deboli e gli indifesi


«Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal cielo: “Tu sei il mio Figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto”» (Lc 3,
Una voce paterna, ecco cosa sembra mancare oggi nella nostra vita! Talvolta il silenzio è irreale, nessuno sa più cosa dire, eppure tu hai un incredibile bisogno di quella parola che solo un padre può dire. Chi poi il papà non ce l’ha più o non lo ha mai conosciuto, dentro di sé, sente ancora più forte il desiderio struggente di riascoltare o ascoltare per la prima volta quella voce, unica, irripetibile, diversa dalle altre voci. E adesso che anche tu hai la grazia di essere padre comprendi ancor di più – quando il tuo bambino non riesce ad addormentarsi prima d’averti chiamato cento volte – cosa significa per un figlio la presenza e la sicurezza del padre! E pensare che molti hanno ancora un padre ma per certi versi è come se non ci fosse e per altri, invece, è stato espropriato del suo autorevole ed importantissimo ruolo.


Gesù con il Battesimo, presso il fiume Giordano, inizia la sua missione: portare se stesso fino al limite tra la speranza di Dio e la disperazione del mondo per varcare, vincendo la morte, la soglia della vita. Nessun trucco né strane magie in tutto questo! Il buon Dio preferisce segni concreti per annunciare al mondo l’inizio della salvezza. Un uomo come milioni di uomini presenti sulla terra (fuorché nel peccato), la disponibilità ad amare e ad essere amato, un po’ d’acqua… e la voce del Padre che lo accompagna e lo sostiene compiacendosi di lui. Una paternità, quella di Dio, che da questo preciso istante riguarda ciascuno di noi.

 

Il Nostro Sito Utilizza i Cookie. I nostri cookie di profilazione e quelli installati da terze parti ci aiutano a migliorare i nostri servizi online. Se ne accetti l'uso continua a navigare sul nostro sito. Se vuoi saperne di più Sui Cookies che utilizziamo e vuoi sapere come negarne il consenso a tutti o solo ad alcuni, leggi la nostra: Cookie Policy.

  Accetta I Cookies Da Questo Sito