Mercoledì, 17 Aprile 2024 | Login
Appuntamenti della Comunità

Ipocrisia

E' un brano del Vanngelo apparentemente molto severo e così , di solito , viene presentato e commentato .
A me pare però che in realtà ci è consegnato anche un messaggio di profonda tenerezza : prenditi cura di te stesso , ci dice , sii attento alla trave che copre il tuo sguardo , perchè tolta la trave potrai vedere e solo allora ti sarà possibile prenderti cura dell'altro . Il fatto che l'altro mi sta a cuore , fa sì che io abbia a cuore me stesso , il mio stesso cammino di purificazione e conversione .


Solo nel mio umile e sincero cammino di miglioramento di me stesso sorgerà in me quell'amore e premura , quella scienza e sapienza che mi farà esercitare saggiamente la difficile arte della correzione fraterna.

2 Per scoprire il valore di un mese , chiedilo ad una madre che deve farsi bastare i soldi per la spesa .
Pensiero del mattino : Oggi è il primo giorno dei giorni che mi restano da vivere , quindi ricomincio (I Padri del deserto).

3 Pianto , sonno e confessore - alleviano il dolore .
La croce non si deve cercare - quando c'è si deve portare .
La vita va vissuta - e qualche santo aiuta .

Ti saluto caramente
Padre Mattia


“La religione è la più grande ribellione dell'uomo”.

Oggi, quando l'ambiente è pieno di disobbedienza, di mormorazione, di intrighi, di inganni, dobbiamo amare più che mai l'obbedienza, la sincerità, la lealtà, la semplicità: il tutto, con senso soprannaturale, che ci renderà più umani.


La religione è la più grande ribellione dell'uomo che non sopporta di vivere da bestia, che non si rassegna non trova riposo finché non conosce ed entra in rapporto con il Creatore.

Vi voglio ribelli, liberi da ogni legame, perché vi voglio Cristo ci vuole, figli di Dio. Schiavitù o filiazione divina: questo è il dilemma della nostra vita. O figli di Dio, o schiavi della superbia, della sensualità, dell'egoismo angoscioso in cui tante anime si dibattono.

L'Amore di Dio indica il cammino della verità, della giustizia, del bene. Se ci decidiamo a rispondere al Signore: «La mia libertà è per te», ci troviamo liberati da tutte le catene che ci avevano legati a cose senza importanza, a ridicole preoccupazioni, ad ambizioni meschine. E la libertà — tesoro incalcolabile, perla meravigliosa da non gettare alle bestie [Cfr Mt 7, 6] — va interamente impiegata ad imparare a fare il bene. (Amici di Dio)